HELLe 2 – Dalla padella nella braciola

La scoperta dell’exploit di Vogue, che a giugno 2011 ha messo in copertina delle modelle curvy (ossia grasse), mi spinge  a riprendere la rubrica HELLe. E’ un evento a suo modo epocale e rientra un pò in una… moda, un pò in un progetto di Vogue (e di altre riviste di moda) di “combattere” l’anoressia sdoganando modelle grasse o personaggi “normali” e dare di se un’immagine meno “cattiva”.

Vogue giugno 2014
Fashion editor: Edward Enninful – Foto: Steven Meisel – Direttore: Franca Sozzani
Modelle: Tara Lynn, Candice Huffine, Robyn Lawley, Marquita Pring
Foto e backstage http://www.vogue.it/vogue-curvy/visto-su-vogue/2011/06/belle-vere

D’altra parte, commentano nei talk pomeridiani, agli uomini piacciono le curve e visto che le donne si vestono in modo da piacere agli uomini perchè la moda non dovrebbe occuparsene? Questa banalità sarà sembrata un concetto altamente innovativo agli editor di Vogue, rivista accusata come tante di altre di ritrarre donne che vestono in modo da piacere ai gay. L’idea che una donna possa vestire in modo da piacere a se stessa non sfiora nessuno e quindi ecco il servizio intitolato grottescamente “Belle Vere“: una mandria di prostitute felliniane seminude che pascolano tristemente provocanti nella suite di un albergo di lusso. Roba che qualche anno fa sarebbe stata nascosta tra le pagine interne di Play Boy o al massimo di Max, ora viene strombazzata sulla copertina di Vogue! Vuoi mettere la soddisfazione! Questo si che è progresso! Prima non erano considerate degne di apparire, ora lo sono in quanto pezzi di carne da vendere un tanto al chilo. Dalla padella nella braciola. Ma… attenzione non sia mai detto! Le foto sono di un mostro della fotografia di moda: Steven Meisel. Mica cotica. Quindi sono artistiche. O comunque non banali. Insomma stacce.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.