Minoranze silenziose – Quelli che non gli piacciono i canditi

Scommetto che buona parte di chi mi sta leggendo è un’esperto nella vera occupazione tipica delle feste comandate: scovare e buttare i canditi dal panettone (o dalla colomba). In effetti se inserite la frase “odio i canditi” su google, otterrete senza problemi 8640 risultati… Dunque questa minoranza non è tanto silenziosa…. perchè allora i produttori di dolci la ignorano? Perché, come rispondono stizziti molti pro-canditi, è un ingrediente tradizionale e se togli i canditi “non è un panettone”…. Non ho difficoltà ad ammetterlo, infatti qualche azienda ogni tanto prova a lanciare i panettoni senza canditi ma non sono un ganché. Ma il punto è: perchè a Natale mi devo mangiare il panettone? E perché a Pasqua la colomba? Chi l’ha deciso? La tradizione? No, l’industria! L’industria del nord, aggiungo. E non venitemi a dire che se fossero industrie del sud oggi mangeremmo cannoli e cassate siciliani, che i canditi ce li hanno lo stesso…. E’ il principio che mi fa venire i nervi… Perché poi magari fatti artigianalmente i canditi sarebbero pure buoni, ma industrializzati sanno solo di plastica appiccicosa. Allora non è che chi odia i canditi si rende conto meglio di altri che in realtà non sono solo i canditi, ma tutto il panettone che fa schifo? Una volta ne ho assaggiato uno artigianale e aveva tutto un’altro sapore….. E allora….quando è così….


Odiatori di canditiiiii
uniteviiii
siete gli eletti
la nuova avanguardia
i noglobal del gusto
i beppegrilli del pranzo di natale

ABBASSO I CANDITI
ABBASSO L’UVETTA
ABBASSO LE SCORZE D’ARANCIA

( e viva gli struffoli )

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.